2018 anno di cambiamenti per gli oneri di sistema

Rimodulati gli oneri obbligatori della bolletta elettrica


Data pubblicazione: 20/04/2018

È ancora caos per il settore dell’energia, il 2018 è un anno di grandi cambiamenti, non ultima la rimodulazione degli oneri obbligatori della bolletta elettrica.

La manovra tanto discussa penalizza una parte di imprese, quelle ad esempio non a ciclo continuo, a turno unico, mentre favorisce quelle che lavorano oltre le 6500 ore l'anno.

L’ARERA ha definito a partire dal 1° gennaio 2018 la nuova tariffa degli oneri generali di sistema, legati alle utenze non domestiche del settore elettrico.
oneri di sistema

Ma cosa sono gli oneri generali di sistema?

Gli oneri generali di sistema sono importi fatturati per coprire i costi sostenuti per le attività relative al sistema elettrico, pagati da tutti i clienti finali.
In particolare, pagarli serve a sostenere:

  • Incentivi alle fonti rinnovabili
  • Messa in sicurezza del nucleare
  • Investimenti per ricerche di sistema
  • Copertura bonus elettrico
  • Copertura delle agevolazioni per le imprese energivore
  • Operazioni di promozione dell’Efficienza Energetica

Il nuovo assetto dettato dall'ARERA

Le componenti A2, A3, A4, As, MCT, UC4 e UC7 sono state divise in due gruppi:

  • Oneri generali relativi al sostegno delle rinnovabili e della cogenerazione
  • Oneri generali rimanenti

Rispettivamente Asos e Arim

Il sistema vigente fino a dicembre 2017 non prevedeva che il costo fosse in funzione della potenza massima assorbita. Da gennaio, al contrario, c’è stato un aumento non trascurabile dei costi legati alla potenza, fissi e semifissi.

Tali cambiamenti non coinvolgono le imprese energivore, che ricevono la riduzione dei costi sugli oneri direttamente in bolletta, ma per tutte le altre, nelle quali la componente Ae (a copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo di energia) è stata sostituita da quella Asos.

Nulla di rilevante per le utenze domestiche, per le quali l'ARERA ha rinviato la disposizione di nuovi provvedimenti.