Bonus caldaie 2020: come controllare i consumi energetici aziendali

Puoi detrarre le spese affrontate per la sostituzione dell’impianto di riscaldamento. Ecco come tenere a bada i consumi energetici.


Data pubblicazione: 13/02/2020

Lo Stato continua a promuovere l’efficienza energetica degli immobili con il bonus caldaie 2020. È incluso nel pacchetto delle agevolazioni dell’ecobonus, ma presenta caratteristiche diverse da quelle promosse lo scorso anno. Se l’ottimizzazione energetica passa anche per l’impianto di riscaldamento, non ti resta che comprendere come accedere all’agevolazione e quali strumenti puoi adottare per controllare le fatture di energia elettrica evitando gli addebiti non dovuti.

Risparmio energetico aziendale: attenzione all’impianto di riscaldamento

bonus caldaia 2020 software controllo fatture energia elettricaIl risparmio energetico di un’azienda è legato, inevitabilmente, agli impianti e ai macchinari presenti al suo interno. Dunque, chi vuole ottimizzare il consumo energetico della propria impresa deve necessariamente controllare l’entità dei consumi e adottare misure utili a limitare o diminuire il dato rilevato dal monitoraggio energetico.

Nell’analisi energetica aziendale bisogna includere anche l’impianto di riscaldamento, in quanto avere un impianto vecchio o di classe energetica poco efficiente significa: consumare tanto, pagare bollette altissime, danneggiare il conto aziendale e l’ambiente.

Al fine di aumentare le possibilità a disposizione delle aziende che intendono migliorare le prestazioni energetiche dei propri immobili, il Governo ha scelto di includere nuovamente il bonus caldaie nel pacchetto delle agevolazioni dell’anno 2020.

Bonus caldaie 2020: cos’è e cosa prevede

Il bonus caldaie proposto per il 2020 fa parte del pacchetto delle agevolazioni previste con l’ecobonus in favore dell’efficientamento energetico ed è diverso da quello messo a disposizione nell’anno precedente.

Si tratta di un’agevolazione destinata a coloro che intendono sostituire il proprio impianto di riscaldamento con uno più efficiente.

L’agevolazione viene riconosciuta con la detrazione fiscale dell’Irpef ripartita in 10 quote annuali in fase di dichiarazione dei redditi ed è valida dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

Non è più ammesso lo sconto in fattura.

Chi può accedere a quest’agevolazione?

Il bonus caldaie 2020 spetta a proprietari, locatari, comodatari e titolari di uso o usufrutto di immobili già accatastati o in fase di accatastamento.

L’agevolazione è riconosciuta con l’aliquota del 65% quando:

  • Si verifica la sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti dotati di caldaie a condensazione di classe energetica pari alla A e contestuale montaggio di valvole di termo-regolarizzazione evoluti in classe V, VI e VII
  • Si procede con l’installazione di impianti ibridi, ossia caratterizzati dalla compresenza di una caldaia a condensazione e una pompa di calore

 L’aliquota del 50% è prevista, invece, solo a fronte dell’installazione di una caldaia a condensazione.

Sono ammesse alla detrazione le spese affrontate per: lo smontaggio del vecchio impianto di riscaldamento, eventuali opere murarie, la posa del nuovo impianto e possibili sopralluoghi tecnici e/o prestazioni professionali.

Bonus caldaie 2020: ecco come farne richiesta

Per accedere all’agevolazione bisogna dotarsi dei seguenti documenti:

  • Perizia firmata da un tecnico abilitato comprovante i requisiti tecnici della caldaia e i risultati di efficienza energetica conseguibili
  • Certificazione del produttore della caldaia e delle valvole termostatiche

 A seguito del pagamento delle spese sostenute – da effettuare esclusivamente con bonifico parlante – tutta la documentazione va inoltrata all’Enea entro i successivi 90 giorni.
Copie delle fatture di pagamento, documenti prodotti e ricevuta emessa dall’ente vanno presentati in fase di dichiarazione dei redditi e conservati per i prossimi 10 anni.

Riduci il peso della bolletta aziendale con FatturOK

Se lo Stato mette a disposizione le misure fiscali per rendere più agevole il tuo processo di efficientamento energetico, resta a te acquisire gli strumenti utili ad evitare l’addebito di costi non dovuti.

Con il software di FatturOK controlli in autonomia le bollette ricevute e custodisci tutte le fatturazioni caricate al fine di semplificare eventuali e future procedure di confronto.

Compila il form per ricevere una prima consulenza gratuita con un nostro tecnico.

Il tuo risparmio è la nostra missione.