Mai più freni per il mercato energetico


Data pubblicazione: 22/12/2017

Un percorso tutto in salita per il mercato energetico con una crescita economica stimata dagli 8 ai 10 milioni di euro all'anno. Le motivazioni sono diverse: Cresce la consapevolezza delle imprese rispetto alla necessità (con i benefici che ne derivano) di raggiungere l’efficienza energetica e con essa la fiducia degli imprenditori, che tra il 2017 e il 2020 investiranno nel settore complessivamente tra i 30 e i 35 milioni di euro. [caption id="attachment_1603" align="alignnone" width="300"] Nuovi investimenti per il mercato energetico[/caption] Dati rassicuranti per il mercato energetico, rilevati dall’ultimo rapporto dell’Energy Strategy Group della School of Management del Politecnico di Milano, oramai fonte di grande rilievo in materia di energia. Tale rapporto, definito "ottimistico" dagli esperti, riassume chiaramente lo schema di crescita realizzatosi negli ultimi anni e, soprattutto, la sua proiezione futura.

Diamo i numeri:

8% di crescita dal 2016 al 2017, con un numero di ESCO (Energy Service Company) praticamente raddoppiato.

Un report che ci fa ben sperare rispetto a un futuro allineamento dell’Italia con gli altri paesi europei, evidentemente più avanti in quanto a Efficienza Energetica. Il lungo cammino verso la riduzione delle emissioni, infatti, passa attraverso traguardi non trascurabili, come l’aumento degli investimenti energetici da parte del settore terziario. [caption id="attachment_1604" align="alignnone" width="300"] Settore energetico[/caption] Molti dei quali sono stati destinati principalmente alle tecnologie, agli strumenti innovativi che snelliranno diversi processi, proprio come gli audit, su tutti l'obbligo di diagnosi energetica per Imprese Energivore e Grandi Imprese. Anche per le figure professionali si registra una crescita continua; tecnici, ingegneri e specialisti come gli Energy Manager, necessari sì per la gestione dell’energia, ma anche per il delinearsi di una vera e propria visione strategica interna, grazie alla quale far crescere le aziende in un panorama tanto competitivo. Uno scenario così variegato punta il faro sulle ESCO, che cominciano a realizzare numeri impensabili fino a qualche anno fa; nel quadriennio preso in esame dal Politecnico (2017-202o), infatti si annuncia una crescita del 15%, con un investimento di ben 34,39 miliardi di euro in Efficienza Energetica.