Maxi-bollette di energia elettrica: i benefici della prescrizione

Dal 1° marzo 2018 più diritti per i consumatori, grazie alla prescrizione da 5 a 2 anni.


Data pubblicazione: 04/05/2018

Cominciano ed essere evidenti i benefici dell’ultima Legge di stabilità sulla prescrizione delle maxibollette: gli operatori non possono più rivendicare importi per consumi superiori a 24 mesi.

La disposizione, messa in atto dal 1° marzo 2018, tutela finalmente i consumatori dalle maxibollette che negli ultimi anni hanno stretto migliaia di famiglie e imprese in una morsa di importi dovuti e non, spesso molto alti. L’attesissima delibera ha fatto sì che i fornitori fossero obbligati ad accettare questa disposizione e - soprattutto - informare i clienti del diritto acquisito (almeno 10 giorni prima della scadenza di pagamento). 

I risultati sono evidenti; in poco più di due mesi si registra una spinta sempre maggiore verso l’autolettura, ma anche maggiore disciplina da parte degli operatori (i maxi-conguagli erano spesso dovuti a mancate letture da parte degli stessi, o a rettifiche comunicate con ritardo), e una maggiore fiducia da parte dei clienti.

maxibollette

Cosa è cambiato?

Per tutte le bollette dell'energia elettrica successive alla data della delibera (1° marzo), nel caso in cui l’operatore non abbia fatturato un conguaglio o l’abbia fatto per un periodo lungo, il cliente colpito ha l’obbligo di   saldare solo l’importo relativo agli ultimi 24 mesi e non quello di anni precedenti, perchè prescritti.

 Se dunque i consumi sono di un periodo superiore ai due anni, il consumatore non solo è autorizzato a non pagare la maxibolletta, ma può ottenere un rimborso nel caso in cui sia stata accertata la violazione   subita. 

 Cosa accadrà in futuro in quanto a maxibollette?

 L’Arera ha stabilito altre procedure, da attuare entro la fine del 2018, volte alla completa tutela dei consumatori:

  •  Eventuali importi da considerare prescritti compariranno in bolletta
  • Saranno definiti e regolamentati i casi di mancata lettura (quando è colpa dell’operatore, quando del cliente)
  • Clienti e fornitori saranno preparati e indirizzati verso l’obiettivo successivo, la prescrizione automatica.