Poca trasparenza in bolletta di energia elettrica

Energia elettrica quanto mi costi? Quello che pago è reale?


Data pubblicazione: 13/03/2017

Oggi i consumatori devono orientarsi in una giungla fittissima di sigle, proposte e offerte. L'intensità e la frequenza con la quale le aziende si promuovono è ormai giunta all'inverosimile. Ma la domanda di clienti acquisiti e potenziali è sempre la stessa: Chi di queste ci può dare reale garanzia di chiarezza e trasparenza? Facciamo chiarezza: esistono i "furbetti dell'energia", ovvero coloro i quali, data la cospicua mola di offerte e concorrenza sulla vendita di energia, si spacciano per diretti fornitori di Confartiganato, o addirittura per dipendenti dell'associazione. Contattano direttamente le imprese associate offrendo loro una "rivisita" e la "rinegoziazione" di contratti già attivati, con tariffa mono-oraria a prezzi estremamente competitivi (quasi fuori mercato). Davanti a queste “occasioni”, imprese e privati si sentono quasi obbligati ad accettare, ma nella realtà, non vi è nulla di competitivo o straordinario come promettono. I “furbetti”, semplicemente confrontano il prezzo proposto con quello esposto sulle nuove fatture 2.0 dove, però, non è riportato il prezzo dell’energia in sé, bensì quello dell’energia sommato ad altre componenti. Praticamente espongono, senza dirlo, un prodotto ivato e uno non ivato. Ovviamente il cliente è allettato dal prezzo minore, senza però sapere che a quel prezzo bisogna aggiungere la tassazione. Alla prima fattura, dunque, i mal capitati si ritrovano davanti a un prezzo non concordato in precedenza. Questo è soltanto uno dei tanti "inganni" derivanti dalla mancata conoscenza del libero mercato. Pertanto, onde evitare nuove soprese, è necessario seguire qualche consiglio. Innanzitutto non bisogna esporre i propri dati personali o le proprie bollette al primo consulente che si presenta. Se invece il contratto è stato già firmato, per le aziende corre in aiuto "Fatturok". Il gestionale online per il controllo delle bollette di energia elettrica. Il software è molto semplice, una volta registrati al servizio, si può testare gratuitamente con una prima verifica della bolletta di energia elettrica, in completa autonomia. Meglio inserire tutti i campi richiesti per avere un’analisi minuziosa e dettagliata della propria fattura, definita la quale, il software genera il file in formato PDF di facile lettura, con la sintesi delle voci principali. Per facilitarne la comprensione i dati sono indicati con 3 colori: VERDE se la voce controllata è corretta, ROSSA se invece presenta un'anomalia da verificare e ARANCIO se ce qualcosa da rivedere. La soluzione è GRATIS alla prima registrazione e qualora il servizio mostri realmente delle anomalie in bolletta, come la mancanza di trasparenza, ne si può acquistare la licenza annuale o la prova "spot", tramite circuito di pagamento "paypal".